Chi deve fare l’ISEE? Come si compila la DSU, documenti necessari e vantaggi fiscali

Documenti necessari ISEE

L’I.S.E.E. è l’acronimo di Indicatore della Situazione Economica Equivalente che viene certificato attraverso un attestato per consentire ai contribuenti a basso reddito di poter accedere a prestazioni sociali e servizi di utilità pubblica a prezzi e condizioni agevolate.

E’ dunque da considerarsi uno strumento di Welfare che viene calcolato in modo analitico effettuando il rapporto tra l’indicatore della situazione economica I.S.E., ovvero la somma dei redditi, più il 20% del patrimonio immobiliare e mobiliare del nucleo familiare, e il parametro nella scala di equivalenza. [Per saperne di più…]

Come pagare meno tassa rifiuti. Come risparmiare ed avere sconti sulla TARI

Come pagare meno tassa rifiuti

La tassa rifiuti o TARI è un’imposta che fa sempre parlare molto di se. E’ giusto pagare questo salasso per smaltire la propria immondizia? E’ giusto che in moltoe città la raccolta differenziata sia un’abitudine mentre per altre sia soltanto un’ipotesi remota, se non addirittura un fastidio?

Ma soprattutto, visto le cifre che molti sono costretti a pagare per lo smaltimento dei rifiuti, viene spontaneo chiedersi se, e come, sia possibile risparmiare qualche euro sulla TARI.

Infatti, non tutti sanno che è possibile chiedere degli sconti che arrivano anche fino all’80% sulla TARI se ad esempio il servizio di raccolta rifiuti non funziona come dovrebbe oppure viene in qualche modo sospeso. [Per saperne di più…]

Risparmiare sul fisco coi fondi pensione integrativi

Fondi pensione integrativi

Nel corso della propria vita lavorativa, sarà sicuramente capitato ad ogni italiano di pensare ad un paio di cose: “Pago un sacco di tasse, come posso fare per risparmiare qualcosa?” e “andrò mai in pensione e quanto prenderò alla fine?“.

Dato per scontato che al di là di tragedie alle quali non è bello pensare, tutti prima o poi arriveremo all’età pensionabile, anche se lo stato aggiunge sempre qualche scalino in più, il problema è quello di capire quanto andremo effettivamente a percepire, ma soprattutto se possiamo far qualcosa per migliorarla. [Per saperne di più…]

Come pagare meno tasse universitarie: sgravi, agevolazioni e borse di studio

tasse-universitarie

Ogni anno gli studenti italiani, ma soprattutto i genitori che sono costretti a pagare per i loro studi, hanno il sangue gelato quando ottengono il risultato della totalità delle tasse universitarie da pagare. Cifre spesso da capogiro, anche correlate al fatto che le borse di studio scarseggino ogni anno di più, ed aumentino i paletti per poter beneficiare di sgravi, agevolazioni e deduzioni.

Quando ci si iscrive all’università, sia al primo anno che a quelli successivi, il calcolo stesso degli importi da pagare non è così semplice e varia a seconda diversi fattori, regolamenti e svariate casistiche. [Per saperne di più…]

Come non pagare il canone RAI: disdire o chiedere l’esenzione

canone

Il canone RAI è una delle tasse storicamente più antipatiche del nostro ordinamento.  Non a caso come una famosa marca di cucine è stata definita “la più amata dagli italiani“, il canone RAI è da sempre la “tassa più evasa e odiata dagli italiani“.

Tutti sapevano, nei palazzi del governo, ma nessuno ha mai provato a fare nulla per invertire la rotta: a poco servivano gli spot in TV, le campagne pubblicitarie sui giornali, le minacce della stessa RAI che spediva lettere ogni anno intimando il pagamento di una tassa piuttosto difficile da digerire. [Per saperne di più…]

Farmaci, parafarmaci, omeopatici e dispositivi medici: sono detraibili?

Spese farmaceutiche

E’ prassi comune credere che tutto quel che si compri in farmacia sia detraibile fiscalmente ed è, infatti, molto frequente per i commercialisti che devono compilare le dichiarazioni dei redditi dei propri clienti, trovare decine di scontrini farmaceutici con acquisti di ogni genere: dagli integratori alimentari, ai prodotti cosmetici, alle Zigulì, ai preservativi, ecc.

E’ importante sapere che non tutto quel che vende la farmacia da diritto alla detrazione del 19% sull’Unico o sul 730 anche se lo scontrino contiene le indicazioni con il codice fiscale dell’acquirente (scontrino parlante). Per usufruire della detrazione è fondamentale che la descrizione di quanto acquistato sia conforme a quello che è effettivamente detraibile: ad esempio quello che viene indicato con la dicitura “farmaco” è ovviamente detraibile; non è lo stesso per i “parafarmaci” che infatti non danno diritto ad alcuna detrazione. [Per saperne di più…]